Percorsi Di Carriera

Cos'è Pro Bono?

Definizione ed esempi di Pro Bono?

Incontro dell

••• PhotoAlto/Eric Audras/PhotoAlto Agency RF Collections/Getty Images

Pro bono si riferisce alla donazione di lavoro professionale per il bene pubblico, ed è spesso collegato al lavoro legale.

Scopri di più su cosa comporta il lavoro pro bono nella professione legale.

Cos'è Pro Bono?

Il termine pro bono deriva dalla locuzione latina pubblico pro bono , che si traduce in 'per il bene pubblico'. Di solito descrive i servizi legali eseguiti gratuitamente oa tariffe ridotte per coloro che ne hanno bisogno. I casi e i servizi pro bono sfruttano le competenze dei professionisti legali per aiutare coloro che non possono permettersi avvocati .

La necessità di un lavoro pro bono è evidente: nel 2017, l'86% degli americani a basso reddito ha ricevuto assistenza legale inadeguata o assente per problemi legali civili.

Come funzionano i servizi legali di Pro Bono?

Tutte le associazioni forensi statali e locali hanno comitati pro bono in cui gli avvocati possono fare volontariato. I servizi pro bono aiutano le comunità emarginate e le popolazioni svantaggiate a cui spesso viene negato l'accesso alla giustizia per mancanza di reddito.

Gli avvocati potrebbero anche accettare privatamente casi pro bono, il che significa che non addebiteranno un cliente che ha bisogno dei loro servizi, o accetteranno una commissione significativamente inferiore. Potrebbero anche fornire assistenza legale o risorse finanziarie a organizzazioni che promuovono cause sociali, come prevenire la violenza domestica o persino problemi ecologici. Inoltre, gli avvocati possono dedicare tempo e sforzi al miglioramento o alla modifica della legge o del sistema legale, ad esempio attraverso il lobbismo.

Esistono numerose organizzazioni legali di interesse pubblico che forniscono assistenza legale pro bono oa basso costo a gruppi e individui in diversi settori del diritto. Ad esempio, il Centro nazionale per il diritto e la giustizia economica fornisce servizi legali volti a migliorare i programmi di welfare. Altri includono il Children's Defense Fund, il Farmers Legal Action Group, il National Veterans Legal Services Program, il National Senior Citizens Law Center, il National Health Law Program e il Southern Poverty Law Center.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti pubblica un elenco di fornitori di servizi legali pro bono per stato .

Requisiti Pro Bono per gli avvocati

Ogni avvocato ha la responsabilità professionale di fornire servizi legali a coloro che non sono in grado di pagare. Secondo la regola modello 6.1 dell'American Bar Association (ABA), un avvocato dovrebbe aspirare a fornire almeno 50 ore di servizi legali pro bono all'anno.

Alcuni studi legali e le associazioni degli avvocati locali potrebbero raccomandare meno o più ore di servizio pro bono. Molti studi legali e paralegale le associazioni raccomandano che i paralegali svolgano anche un certo numero di ore pro bono all'anno.

La maggior parte dei bar statali impone i propri requisiti, ma la maggior parte di essi fa riferimento al lavoro pro bono dopo aver ottenuto la licenza. New York è l'unico stato negli Stati Uniti che richiede alle persone di svolgere servizi pro bono per essere ammesse all'albo degli avvocati e ottenere la licenza per esercitare la professione legale. Nel 2012, New York ha iniziato a richiedere agli studenti di giurisprudenza di completare 50 ore di servizi legali pro bono per poter persino compilare una domanda di ammissione all'albo degli avvocati. Altri stati hanno proposto tali misure, ma nessuno le ha approvate.

L'American Bar Association ha intervistato gli avvocati e ha scoperto che il 20% degli avvocati non ha mai fornito servizi pro bono, citando la mancanza di tempo come il più grande ostacolo all'offerta loro. Tuttavia, quattro avvocati su cinque ritengono che il lavoro pro bono sia importante.

Al fine di incentivare gli avvocati a offrire servizi pro bono, molti stati hanno messo in atto regole che consentono loro di guadagnare crediti di formazione legale continua (CLE) per svolgere questo lavoro. Ad esempio, molti stati consentono agli avvocati di guadagnare un credito ogni cinque ore di servizi pro bono che offrono. Guadagnare crediti CLE è obbligatorio per tutti gli avvocati, ma l'importo dei crediti richiesti varia a seconda dello stato, così come il numero di crediti guadagnati per svolgere un lavoro pro bono.

Da asporto chiave

  • Il lavoro pro bono è spesso legato alla professione legale, e significa donare servizi e risorse legali per aiutare chi non può permetterseli.
  • Il termine 'pro bono' deriva da una frase latina che significa 'per il bene pubblico'.
  • L'American Bar Association ritiene gli avvocati responsabili della fornitura di almeno 50 ore di servizi legali pro bono all'anno.

Fonti dell'articolo

  1. Società di servizi legali. ' Rapporto sul divario di giustizia. ' Accesso effettuato il 27 giugno 2020.

  2. Centro nazionale per i tribunali statali. ' Assistenza legale/Guida alle risorse Pro Bono .' Accesso il 17 luglio 2020.

  3. Associazione americana degli avvocati. ' Regola modello ABA 6.1 .' Accesso il 27 giugno 2020.

  4. Associazione americana degli avvocati. ' Paralegali .' Accesso il 27 giugno 2020.

  5. Associazione americana degli avvocati. ' Bar Pre-Ammissione Pro Bono .' Accesso il 17 luglio 2020.

  6. Associazione americana degli avvocati. ' Il nuovo rapporto ABA completo dettaglia il coinvolgimento dell'avvocato nella fornitura di servizi Pro Bono .' Accesso il 17 luglio 2020.

  7. Associazione americana degli avvocati. ' Credito CLE per Pro Bono .' Accesso il 17 luglio 2020.