Lavori Da Casa

Che cos'è il crowdsourcing?

Definizione ed esempi di crowdsourcing

Una donna in una strada cittadina usa un

•••

KEHAN CHEN / Getty Images

Il crowdsourcing è il processo di utilizzo di molte persone per eseguire servizi o per generare idee o contenuti. Il crowdsourcing è un modo per le aziende di esternalizzare il lavoro a un folto gruppo di persone sotto forma di microcompiti ; può anche essere utile come mezzo per raccogliere opinioni e informazioni.

Scopri di più sul crowdsourcing e su come lo utilizzano le aziende.

Che cos'è il crowdsourcing?

Il crowdsourcing è l'esternalizzazione del lavoro a una folla di persone ampia, a volte indefinita. Può anche essere considerato un metodo per reperire beni, manodopera, informazioni o idee da un ampio gruppo di partecipanti.

Il concetto di crowdsourcing si basa su una teoria a volte definita 'saggezza delle folle'. L'idea è che, insieme, un grande gruppo di persone possa collettivamente fornire spunti o valori sorprendenti, anche se individualmente sono sbagliati, privi di ispirazione o imprecisi.

L'idea della saggezza delle folle è dimostrata nell'esempio dello scienziato britannico Sir Francis Galton, che nel 1906 analizzò le ipotesi di 800 partecipanti a una fiera della contea sul peso di un bue. Galton ha predetto che la risposta complessiva del gruppo sarebbe stata molto fuori luogo, ma è rimasto scioccato nello scoprire che, se calcolata in media, la folla indovinava il peso del bue entro una libbra.

Come funziona il crowdsourcing?

Il crowdsourcing funziona distribuendo il lavoro tra molte persone.

Alcune aziende utilizzano il crowdsourcing per raggiungere obiettivi specifici o per generare idee. Mentre l'outsourcing tradizionale coinvolge le aziende che scelgono un appaltatore o un libero professionista specifico per un lavoro, il lavoro in crowdsourcing è distribuito su un gruppo ampio, spesso indefinito. A differenza di un modello di business tradizionale, le persone in questi gruppi non hanno alcun legame tra loro o con l'azienda a parte il loro input crowdsourcing.

Oltre al completamento delle attività, il crowdsourcing può fornire dati preziosi e informazioni dettagliate sulle azioni di grandi gruppi di persone. Ad esempio, sapere quali informazioni le persone cercano nei motori di ricerca o quali video guardano online può aiutare le aziende a valutare l'interesse pubblico per i propri contenuti, prodotti e servizi.

Oltre alle aziende, le organizzazioni non profit o le organizzazioni comunitarie con budget limitati possono utilizzare il crowdsourcing per diffondere i propri messaggi, promuovere eventi o creare opere. L'enciclopedia online Wikipedia è un'opera di conoscenza in crowdsourcing e senza scopo di lucro, in cui molti editori scrivono e aggiornano le voci dell'enciclopedia gratuitamente.

Internet facilita una facile condivisione delle informazioni e una comunicazione efficiente, entrambe fondamentali per il crowdsourcing. È anche la chiave per trovare e accedere alla folla necessaria per il lavoro. App, siti Web, social media, e-mail e altre forme di tecnologia consentono alle aziende di raggiungere rapidamente e facilmente grandi gruppi di persone.

Un esempio di crowdsourcing sono le app di ridesharing come Uber e Lyft. Queste aziende hanno effettivamente organizzato il crowdsourcing dei trasporti, utilizzando i singoli conducenti con le proprie auto come una flotta sempre pronta. Il trasferimento ha ridotto i costi di manodopera (gli autisti in genere non erano classificati come dipendenti, quindi non ricevevano vantaggi retribuiti o straordinari) garantendo al contempo ai clienti un rapido accesso a un trasporto affidabile.

Crowdsourcing a pagamento e non pagato

Il lavoro in crowdsourcing può essere retribuito o non retribuito. Cercando input dalla folla, le aziende o altre organizzazioni aggirano il processo di assunzione di qualcuno per svolgere il lavoro desiderato. A volte questa tecnica si traduce in un'azienda che assicura in modo efficace il lavoro non retribuito per un'attività, ad esempio quando ospita un concorso di progettazione di loghi tra i suoi clienti. L'azienda può ricevere richieste per concetti di logo dalla sua base di clienti senza assumere un designer di marchi professionista.

Altre volte la manodopera viene pagata, ma le tariffe individuali sono minime. I mercati di crowdsourcing online offrono opportunità a gruppi di persone di svolgere attività di routine o micro-lavori ' per piccoli compensi. I siti Web di crowdsourcing effettuano chiamate aperte per conto di clienti che necessitano di microtask eseguiti. Ad esempio, Mechanical Turk di Amazon offre attività virtuali che possono essere svolte online da casa e TaskRabbit mette in contatto le persone per completare attività virtuali oltre a svolgere commissioni o svolgere lavori occasionali di persona.

Pro e contro del crowdsourcing

Professionisti
  • Più economico che assumere un dipendente

  • Può far emergere idee originali

  • Può ridurre il rischio

contro
  • Controllo limitato

  • La quantità può superare la qualità

Spiegazione dei vantaggi

  • Più economico che assumere un dipendente : il lavoro in crowdsourcing è spesso più economico rispetto all'assunzione di un appaltatore professionista o di un dipendente tradizionale. Può anche essere gratuito, con i lavoratori che partecipano per motivi estranei al denaro (come interessi personali).
  • Può far emergere idee originali: Il crowdsourcing può essere utile per ottenere risultati positivi perché la folla potrebbe generare idee che non sarebbero state scoperte attraverso un approccio più tradizionale
  • Può ridurre il rischio: Con il crowdsourcing, il rischio è esternalizzato, il che significa che l'azienda non rischia il proprio tempo, denaro o lavoro per il compito a portata di mano, ma accetta solo i risultati che soddisfano i suoi requisiti.

Spiegazione dei contro

  • Controllo limitato: Un approccio tradizionale consentirebbe all'azienda di supervisionare il processo dall'inizio alla fine. Se c'è anche un leggero errore di comunicazione con la folla in una campagna di crowdsourcing, il progetto può andare rapidamente nella direzione sbagliata e potrebbe comportare nient'altro che una perdita di tempo.
  • La quantità può superare la qualità: Quando le attività vengono esternalizzate a un ampio gruppo di individui disparati, un'azienda può ricevere una serie di proposte, idee o attività completate, ma i risultati individuali di tali attività possono essere scadenti. Ciò si traduce in uno sforzo schiacciante per setacciare il materiale di bassa qualità in crowdsourcing per trovare risultati utilizzabili.

Da asporto chiave

  • Il crowdsourcing è l'esternalizzazione di lavoro di routine o creativo a una grande folla di persone.
  • Il crowdsourcing è un modo per le aziende di far emergere idee originali o risparmiare sui costi di manodopera.
  • Tuttavia, il crowdsourcing si traduce anche in un controllo limitato sul prodotto e nella possibilità di risultati di bassa qualità.

Fonti dell'articolo

  1. James Surowiecki. 'La saggezza delle folle', Pagina XIII, Anchor Books, 2005.

  2. Harvard Business Review. ' Perché il crowdsourcing porta spesso a cattive idee .' Accesso il 9 settembre 2020.