Ricerca Di Lavoro

Cosa fare quando hai mentito sul tuo curriculum

Essere interrogati sui dettagli di un curriculum da parte degli intervistatori

•••

Fizkes/Getty Images

SommarioEspandereSommario

Hai mentito sul tuo curriculum e ora sei preoccupato di essere scoperto. Cosa succede se un datore di lavoro scopre che il tuo curriculum o la tua domanda di lavoro non sono accurati?

Mentire sul tuo curriculum è una cattiva idea per molte ragioni, non ultima delle quali è che probabilmente verrai scoperto. Dall'iniziale controllo dei precedenti ai molteplici incontri che compongono il processo di intervista , ci sono troppe opportunità per rivelare che sei stato meno che sincero.

Anche se ce la fai e vieni assunto, non sei fuori dai guai. La storia è piena di esempi di dirigenti di alto livello che hanno perso le loro posizioni e la loro reputazione dopo essere stati sorpresi ad abbellire il loro curriculum o curriculum vitae.

Se vieni sorpreso a mentire prima di essere assunto, non riceverai un'offerta di lavoro. Se l'organizzazione scopre che hai mentito dopo che sei stato messo sul libro paga, puoi essere licenziato.

Mentire sul tuo curriculum può anche avere un impatto sul tuo futuro impiego. Può essere più difficile essere assunti quando si dispone di un risoluzione per giusta causa nella tua storia lavorativa

La domanda è se vale la pena rischiare di essere colti in una bugia. Ma se stai leggendo questo, sai già che è un dilemma. Il tuo problema è che hai già spiegato la verità sul tuo curriculum e ora stai cercando di far fronte alle possibili conseguenze.

Forse hai appena ricevuto una chiamata per fissare un colloquio per un lavoro perfetto. Tuttavia, e questo è un grosso problema, hai mentito sul tuo curriculum quando hai presentato domanda, quindi le lacune nella tua storia lavorativa sarebbero state un po' più piccole o così il tuo ultimo lavoro suonava meglio.

Forse hai anche aggiunto un lavoro o due per rendere il tuo curriculum più impressionante. E ora l'azienda vuole che tu compili un domanda di lavoro . Quando completi la domanda, stai affermando legalmente le tue date di lavoro e la tua storia lavorativa.L'azienda può verificare tali date con il tuo precedente datore di lavoro.

Le bugie del curriculum più comuni

Se hai mentito, hai molta compagnia. Un sondaggio di CareerBuilder riporta che il 75% dei datori di lavoro ha colto una bugia su un curriculum.Alcuni dei loro intervistati hanno riferito di riprendere bugie piuttosto stravaganti, ad esempio il richiedente che ha affermato di aver studiato sotto Nietzsche o il candidato che ha affermato di aver lavorato per la CIA (negli stessi anni in cui erano alle elementari).

La maggior parte delle bugie sui curriculum sono più banali. Un precedente sondaggio CareerBuilder riportava ciò che le persone in cerca di lavoro cercavano di cavarsela più spesso:

  • Set di abilità impreziositi: 57%
  • Responsabilità abbellite: 55%
  • Date di assunzione: 42%
  • Titoli di lavoro: 34%
  • Titoli accademici: 33%

Che sia creativo o banale, riprendere le bugie può avere lo stesso effetto negativo sulla tua carriera.

Cosa fare quando hai mentito sul tuo curriculum

L'hai fatto, ma ora sei preoccupato. Cosa fai? Ecco le opzioni su come gestirlo quando il tuo curriculum contiene qualcosa di diverso dalla verità.

Opzione 1. Aggiorna il tuo curriculum

Sfortunatamente, non esiste un modo infallibile per tenersi in considerazione per il lavoro, per non parlare di ottenere un'offerta. Tuttavia, potresti aggiornare il tuo curriculum, correggere le date, modificare alcune parole e così via, e dire all'intervistatore che hai notato alcuni errori nel tuo curriculum e avere una copia rivista.

Opzione 2. Vieni pulito e di' la verità

Un'altra opzione è dire la verità al responsabile delle assunzioni, il che probabilmente ti farà perdere di considerazione. Tuttavia, almeno non verrai assunto sulla base di una bugia e non dovrai preoccuparti che qualcuno lo scopra dopo il fatto.

Opzione 3. Non fare nulla

La terza opzione è non fare nulla e sperare di non essere scoperti. Il pericolo è che se ti fanno compilare una domanda di lavoro, devi essere onesto. Probabilmente controlla i tuoi riferimenti e verificare le date di assunzione. Inoltre, puoi essere licenziato in qualsiasi momento in futuro se lo scoprono.

Opzione 4. Ritira la tua domanda

Un'altra alternativa è ritirare la domanda di lavoro . Non devi dare una ragione per cui. Puoi semplicemente ringraziare il datore di lavoro per l'invito e dire che non sei interessato alla posizione in questo momento. Ovviamente hai perso la possibilità di ottenere il lavoro, ma questa è l'opzione più sicura se non vuoi spiegare o dover affrontare le conseguenze di mentire.

Le conseguenze della menzogna

Sfortunatamente, non c'è davvero un'alternativa sicura oltre al ritiro, perché, con qualsiasi scenario, c'è la possibilità che non ti considerino per il lavoro una volta scoperto. Inoltre, ancora una volta, potresti essere licenziato in futuro se l'azienda scopre che non hai detto la verità.

Come correggere il tuo curriculum

Se hai falsificato le date sul tuo curriculum, correggilo. Invece di doverti preoccupare di essere catturato in una bugia, considera di spiegare le lacune nella tua lettera di presentazione. In questo modo li affronterai in modo proattivo e non dovrai affannarti dopo il fatto.

Una volta che hai chiarito i fatti, considera di modificare il tuo curriculum per farlo sembrare migliore. Alcuni piccoli cambiamenti può aiutarti a fare una migliore impressione sul responsabile delle assunzioni senza dover dire la verità.

Fonti dell'articolo

  1. Workforce.com. ' Quando i candidati mentono: implementare politiche per proteggere la tua azienda .' Accesso il 4 ottobre 2021.

  2. Commissione federale del commercio. Controlli in background . Accesso il 4 ottobre 2021.

  3. Costruttore di carriera. Il 75% dei responsabili delle risorse umane ha mentito su un curriculum, secondo un nuovo sondaggio CareerBuilder . Accesso il 4 ottobre 2021.

  4. Costruttore di carriera. Il 58% dei datori di lavoro ha mentito su un curriculum, secondo un nuovo sondaggio di CareerBuilder . Accesso il 4 ottobre 2021.