Percorsi Di Carriera

Gestione delle risorse a pilota singolo (SRM)

Un aereo in decollo visto dall

••• Leo Patrizi / Getty Images

La gestione delle risorse pilota singolo, o SRM, è un derivato di gestione delle risorse dell'equipaggio (CRM) ed è un termine relativamente nuovo che si applica alle operazioni a pilota singolo. Il CRM è stato implementato per aiutare i membri dell'equipaggio a comunicare in modo efficace utilizzando tutte le risorse disponibili per identificare e gestire i rischi prima, durante e dopo un volo. La gestione delle risorse a pilota singolo è la stessa cosa, ma per i piloti che operano senza altri membri dell'equipaggio. SRM è stato implementato come parte della FAA SI ADATTA programma.

Le operazioni a pilota singolo sono intrinsecamente di più pericoloso rispetto alle operazioni che coinvolgono i membri dell'equipaggio. Una singola persona può essere più facilmente sopraffatta di fronte a molteplici decisioni da prendere. La gestione delle attività può diventare rapidamente difficile anche per i piloti esperti quando le cose vanno male. Ad esempio, nella stessa emergenza, un equipaggio con doppio pilota può dividere a metà le responsabilità e i compiti e ciascuno svolge i compiti assegnati. I piloti delle compagnie aeree possono essere assistiti da assistenti di volo, membri dell'equipaggio fuori servizio e persino passeggeri in situazioni di emergenza.

Concetti SRM

Un solo pilota non ha nessuno che lo aiuti. La buona notizia è che tramite SRM, a un singolo pilota viene insegnato a gestire il carico di lavoro, mitigare i rischi, correggere gli errori e prendere buone decisioni, proprio come farebbe un team con i concetti di CRM.

  • Processo decisionale aeronautico (ADM) e gestione del rischio (RM): La formazione SRM insegna ai piloti strategie decisionali appropriate e tecniche di gestione del rischio. Ogni volo ha un certo livello di rischio; i piloti dovrebbero sapere come eseguire una valutazione del rischio, come ridurre il rischio e come prendere decisioni sulla base di tutte le informazioni disponibili.
  • Gestione delle attività (TM): La gestione delle attività consiste nella definizione delle priorità e nell'identificazione delle attività che possono essere completate prima, durante e dopo un volo per garantire un funzionamento efficiente senza sovraccarico di attività.
  • Gestione dell'automazione (AM): L'ambiente di volo di oggi è pieno di TAA e cabine di pilotaggio in vetro, quindi la gestione dell'automazione è diventata un concetto molto importante. I piloti dovrebbero esercitarsi nel buon AM programmando le informazioni nell'avionica prima di un volo, se possibile, e conoscendo esattamente come funzionano i loro sistemi. Una vasta conoscenza dell'automazione è estremamente importante per i singoli piloti.
  • CFIT Consapevolezza: Il volo controllato nel terreno (CFIT) continua a essere un problema e i singoli piloti devono identificare i rischi associati a ciascun volo prima, durante e dopo il volo. Conoscere il terreno e le capacità degli aerei è essenziale.
  • Consapevolezza della situazione (SA): La consapevolezza della situazione è un gioco da ragazzi per i singoli piloti. I piloti devono essere sempre consapevoli della loro posizione. È facile confondersi, soprattutto tra le nuvole, e la mancanza di consapevolezza della situazione porta rapidamente a giornate molto brutte. I piloti dovrebbero utilizzare i concetti di cui sopra per aiutarli a rimanere sempre consapevoli della loro posizione, rotta, altitudine, ecc.

Le 5 P

Un modo utile per un pilota per valutare la sua situazione come pilota singolo è utilizzare il concetto delle 5 P, che è un modo pratico per il pilota di analizzare i rischi associati agli elementi di un volo.

  • Piano: Il pilota deve eseguire tutta la pianificazione pre-volo ed essere pronto ad adattare il piano di volo secondo necessità durante il volo. Il piano coinvolge anche le circostanze che circondano il processo di pianificazione del volo, come la raccolta di informazioni meteorologiche e la valutazione del percorso.
  • Aereo: L'aereo è ovviamente un elemento significativo del volo e il pilota dovrebbe valutare i rischi associati all'equipaggiamento non operativo e alla forma generale dell'aereo.
  • Pilota: Il pilota dovrebbe valutare se stesso con una checklist di valutazione del rischio e la checklist I'M SAFE, ma dovrebbe anche valutare la sua valuta e competenza, nonché le condizioni del volo in relazione alle sue capacità e ai suoi minimi personali.
  • Passeggeri: I passeggeri possono presentare sfide come malattie, paura, disagio e distrazioni. È meglio che un pilota pianifichi in anticipo le sfide dei passeggeri, come fornire a ciascuno di loro acqua e sacchi per la malattia e informarli su ciò che accadrà.
  • Programmazione: L'avionica avanzata deve essere compresa completamente e programmata correttamente.

Valutando ciascuno di questi elementi e le variabili coinvolte, un pilota può scoprire e mitigare efficacemente i rischi e prendere decisioni consapevoli sul posto.