Rami Militari

Storia e tradizioni del Corpo dei Marines

Scopri le famose citazioni, i costumi e le tradizioni dell'USMC.

Parata del giorno dei veterani tenutasi a New York

••• Spencer Platt/Getty Images

SommarioEspandereSommario

Il Corpo dei Marines ha una ricca storia e un lungo elenco di tradizioni importanti per ogni membro del servizio, passato e presente. Sono cresciuti rispetto al modo in cui si comportavano i marines del passato così come i marines attuali in onore degli eroi marini di ieri.

Il USMC ha incorporato alcune di queste tradizioni nei regolamenti al fine di standardizzare la condotta in tutto il Corpo, ma molte non si trovano nelle direttive scritte. I marines considerano la conoscenza e l'osservanza delle usanze scritte e non scritte come la chiave per onorare l'eredità e la tradizione del Corpo.

Termini e frasi da conoscere

Quando pensi Corpo dei Marines , potresti pensare alla notte a Tun Tavern nel 1775 in cui iniziò la prima campagna di reclutamento per i marines a Filadelfia prima della guerra rivoluzionaria. Potresti pensare ai termini 'Jarhead', 'Leatherneck' o 'Devil Dogs' o forse anche 'The Few, The Proud' dalle campagne pubblicitarie. Ma i Marines sono meglio conosciuti per il loro motto 'Semper Fi' (sempre fedele) e per essere stati i 'primi a combattere' in oltre 300 sbarchi sulla spiaggia nel corso dei 250 anni di storia. Sono anche noti per il loro caratteristico grido: ooh-rah!

Compleanno del Corpo dei Marines

Una delle usanze marine più famose è l'osservanza del compleanno del Corpo dei Marines. Dal 1921, il compleanno del Corpo dei Marines è stato ufficialmente celebrato ogni anno il 10 novembre, poiché era in questa data nel 1775 che il Congresso continentale ha deliberato: 'Che siano sollevati due battaglioni di marines'.

Nel corso degli anni, i Marines hanno festeggiato il loro compleanno in un'ampia varietà di modi, a seconda del luogo e delle circostanze del Unità marine . La celebrazione prevede la lettura di un estratto dal Manuale del Corpo dei Marines e un messaggio di compleanno del Comandante, il taglio di una torta di compleanno da parte dell'ufficiale in comando e la presentazione del primo e del secondo pezzo di torta ai Marines più anziani e giovani presenti .

Saluti

Alcune delle usanze più importanti di tutte sono quelle della cortesia militare, di solito sotto forma di saluti. Nel Corpo dei Marines, la cortesia è un'espressione di rispetto per l'autorità posseduta da un individuo, nonché una dimostrazione di rispetto per il Corpo nel suo insieme. Attraverso l'uso delle varie forme di cortesia militare, un marine dice: 'Come fratelli d'armi e compagni di marina, ti ritengo degno del mio rispetto'.

La cortesia militare è un'espressione del rispetto che un marine ha per gli altri marines e per se stesso. Di tutte le forme di cortesia militare, la vari saluti sono probabilmente i più importanti, sono certamente i più ovvi e usati di frequente. Il saluto è la forma tradizionale di saluto tra militari e donne ed è una tradizione onorata delle organizzazioni militari di tutto il mondo.

I marines in uniforme salutano gli ufficiali, anche se quell'ufficiale è in abiti civili (supponendo che il marine riconosca l'individuo come ufficiale). Al contrario, non è considerato appropriato per un Marine in abiti civili per avviare un saluto a un ufficiale, anche se quell'ufficiale è in uniforme.

Durante l'esecuzione dell'inno nazionale, ai colori mattutini e serali e ai funerali, i marines in abiti civili scoprono e tengono il cappello sopra il seno sinistro contemporaneamente a quelli in uniforme salutano. Molti stanno sull'attenti anche quando sono in abiti civili quando ascoltano l'inno nazionale o il Inno dei marines .

Wetdown USMC

Il cerimonia di bagnatura è quando un ufficiale neopromosso invita i suoi amici, in genere ufficiali dello stesso grado, a una festa in un bar e pub che frequentano. Come suggerisce il nome 'wetdown', ci sono abbondanti quantità di bevande e almeno un brindisi cerimoniale, seguito da discorsi. L'ospite della festa paga sempre il conto. Se più ufficiali vengono promossi contemporaneamente, possono ospitare una festa di bagnatura per tutti loro.

Tradizioni e usanze varie dell'USMC

Ci sono molte altre usanze che hanno un significato nel vita di un marine . Eccone alcuni di quelli notevoli:

  • Salire su una piccola barca o salire su un'auto . Quando si sale a bordo di una piccola barca o si entra in un'auto, i giovani entrano per primi e occupano i posti o lo spazio che iniziano a prua, lasciando il posto più desiderabile per i senior. Gli anziani entrano per ultimi ed escono per primi.
  • Serenata al comandante . A partire dall'ultimo capodanno della guerra civile, la banda dei marine fa una serenata al comandante del corpo dei marine ogni 1 gennaio nei suoi alloggi e riceve in cambio rum caldo e burro imburrato e colazione.
  • Desideri dell'ufficiale in comando . Quando l'ufficiale in comando di un marine dice 'vorrei' o 'desidero', queste espressioni hanno la forza di un ordine diretto e dovrebbero essere agite come se avesse dato un ordine diretto.
  • Attento ai tuoi uomini . Un leader dei marine si assicura che i marine siano vestiti, alloggiati e trattati in modo adeguato. Ad esempio, un ufficiale dei marine sul campo prende posizione nella mensa dopo tutti i marines arruolati per assicurarsi che tutti ricevano il loro cibo. Un comandante dei marine non permette mai che un marine ferito o morto sul campo di battaglia cada nelle mani del nemico.
  • Essere un marine. Il l'usanza più importante nel Corpo dei Marines è semplicemente 'essere un marine' e tutto ciò che implica. Chiamalo morale, chiamalo esprit de corps, chiamalo come vuoi: è quell'orgoglio che distingue un marine degli Stati Uniti dagli uomini delle altre forze armate. Non viene insegnato nei manuali, eppure è la lezione più amata che una recluta impari al campo di addestramento.

Alcune citazioni classiche sui marines

NOI. Sen. Paul H. Douglas (1892-1976): «Quelli di noi che hanno avuto il privilegio di prestare servizio nel Corpo dei Marines apprezzano la nostra esperienza come una delle più preziose della nostra vita. La condivisione delle difficoltà e dei pericoli condivisi in una causa degna crea uno stretto legame di cameratismo. È la ragione fondamentale della coesione dei Marines e dell'orgoglio che abbiamo nel nostro corpo e della nostra lealtà reciproca.'

Navy SEAL Chris Kyle (1974-2013): 'Secondo la mia esperienza, i marines sono impazziti, qualunque cosa accada. Combatteranno tutti fino alla morte. Ognuno di loro vuole solo uscire e uccidere. Sono madri toste, che caricano duramente.'

Il contrammiraglio della Marina James R. Stark: 'Vedo Marines come due razze, Rottweiler o Doberman, perché I marines sono disponibili in due varietà, grande e cattivo, o magro e cattivo. Sono aggressivi in ​​attacco e tenaci in difesa. Hanno i capelli molto corti e vanno sempre alla gola».

Il generale dell'esercito William Thornson: «Ci ​​sono solo due tipi di persone che capiscono i marines: i marines e il nemico. Tutti gli altri hanno un'opinione di seconda mano.'

Il generale del Corpo dei Marines James F. Amos: 'Una volta marine, sempre marine.' Il titolo è permanente. Non usare 'ex' marine, poiché implica 'non più un marine'. Sei un marine, solo con un'uniforme diversa e sei in una fase diversa della tua vita. Ma sarai sempre un marine perché sei andato a Parris Island, San Diego o sulle colline di Quantico. Non c'è niente come un ex marine.'

In conclusione, mentre la giornata finisce per la recluta dei Marines che frequenta il campo di addestramento dell'USMC, le ultime parole che escono dalla bocca delle reclute sono: 'Buona notte Chesty Puller, ovunque tu sia'.