Gestione E Leadership

Una guida per comprendere il ruolo di un mentore

Impiegato che spiega il software aziendale a un nuovo lavoratore in un ambiente d

•••

Getty Images/Morsa Images

Servire come mentore porta molte sfide e ricompense, con i migliori mentori che lavorano per modellare i loro allievi in ​​altri leader, piuttosto che solo buoni seguaci. Se fatto bene, il impatto a lungo termine del tutoraggio può offrire vantaggi che cambiano la vita e la carriera a entrambe le parti.

Mentoring e coaching: simili ma non uguali

I termini mentoring e coaching vengono spesso usati in modo intercambiabile, il che fuorvia il pubblico. Sebbene simili nel loro sostegno allo sviluppo di qualcuno, nella pratica coinvolgono discipline molto diverse.

Il tutoraggio consiste in una relazione a lungo termine incentrata sul sostegno alla crescita e allo sviluppo dell'allievo. Il mentore diventa una fonte di saggezza, insegnamento e sostegno, ma non qualcuno che osserva e consiglia azioni specifiche o cambiamenti comportamentali nel lavoro quotidiano.

Il coaching implica tipicamente una relazione di durata finita, con un focus sul rafforzamento o sull'eliminazione di comportamenti specifici nel qui e ora. Gli allenatori aiutano i professionisti a correggere i comportamenti che sminuiscono le loro prestazioni o rafforzano quelli che supportano prestazioni più forti intorno a un determinato insieme di attività.

Sia il tutoraggio che il coaching offrono un supporto allo sviluppo incredibilmente prezioso. Tuttavia, uno offre una guida di alto livello per lo sviluppo a lungo termine, mentre l'altro aiuta a fornire un miglioramento più immediato in aree mirate.

Storia e definizione

Un personaggio del poema epico di Omero 'L'Odissea' potrebbe essere definito il mentore originale. Quando Ulisse, re di Itaca andò a combattere nella guerra di Troia, affidò la cura del suo regno a Mentore. Il mentore servì come insegnante e sorvegliante del figlio di Ulisse, Telemaco.

Il Merriam-Webster Dizionario online definisce un mentore come 'un consulente o una guida di fiducia'. Altre fonti ampliano questa definizione suggerendo che un mentore è qualcuno che ti aiuta con la tua carriera, progetti di lavoro specifici o consigli generali sulla vita con la bontà del suo cuore.

Perché cercare un mentore?

Supponiamo che un individuo di talento ottenga un lavoro di vendita e ottenga un dirigente di vendita senior come suo mentore. L'alto dirigente potrebbe guidarla nel suo sviluppo come leader, stratega e professionista aziendale completo.

Il mentore potrebbe non istruirla esattamente o fornire coaching o formazione sul posto. Invece, la sfiderà e la incoraggerà a riflettere su problemi e approcci ponendo domande a cui è difficile rispondere e fungendo da a fonte di saggezza Quando necessario. La relazione come mentore e allievo finisce dopo che la donna ha cambiato azienda, ma l'impatto del senior executive si estende al suo lavoro per il resto della sua carriera.

Molte persone attribuiscono parte della loro crescita professionale alla guida di un mentore paziente che le ha sfidate a pensare in modo diverso e ad aprire gli occhi e la mente a prospettive diverse. Mentre ognuno di noi si sviluppa al proprio ritmo, questo tipo di influenza può avere molti effetti positivi e duraturi.

Un mentore diventa un difensore personale per te, non tanto nell'ambiente pubblico, quanto piuttosto nella tua vita lavorativa. Molte organizzazioni riconoscono il potere di un tutoraggio efficace e hanno stabilito programmi per aiutare i professionisti più giovani a identificare e ottenere supporto da un professionista più esperto in questo formato.

Cosa fa per te un mentore

  • Ha una visione a lungo termine della tua crescita e del tuo sviluppo.
  • Ti aiuta a vedere la destinazione ma non ti fornisce una mappa dettagliata per arrivarci.
  • Offre incoraggiamento e cheerleader, ma non consigli pratici.

Un mentore no

  • Servire come allenatore, come spiegato sopra.
  • Funziona come un tuo difensore nell'ambiente organizzativo come farebbe il tuo capo; il rapporto è più informale.
  • Ti dico come fare le cose.
  • Supportarti su problemi transazionali a breve termine.
  • Servire come consulente o terapeuta.

Le responsabilità dell'allievo

Quando identifichi per la prima volta un mentore e stabilisci una relazione, discuti e confronta le aspettative per il ruolo del mentore e dell'allievo con lui o lei. Chiarire le responsabilità di ogni persona e il processo che voi due utilizzerete in futuro per comunicare, comprendere i vostri obiettivi di carriera, seguire e risolvere i problemi se necessario.

Il tuo obiettivo è massimizzare questa esperienza in modo da raccogliere tutti i benefici mentre mostri gratitudine e rispetto al tuo mentore.

  • Concentrati sull'essere coachable e aperto a feedback uditivo dal tuo mentore indipendentemente dal fatto che sia positivo o meno.
  • Non aver paura di chiedere consigli o critiche non verniciate. Esercita le tue capacità di buon ascoltatore, prendi ciò che puoi usare e lascia il resto.
  • Per fornire una struttura alla relazione, specifica in anticipo alcuni obiettivi di carriera iniziali che hai, come l'apprendimento di procedure o processi specifici, o prepararsi per una promozione , Per esempio.
  • Discutete con il vostro mentore su come misurare al meglio il successo e l'efficacia del vostro rapporto di lavoro insieme.
  • Impegnati a programmare le conversazioni con il tuo mentore e mantieni fedelmente quegli appuntamenti.
  • Mentre ti impegni in determinati passaggi del tuo progresso di sviluppo o discuti di correre rischi istruiti per supportare lo sviluppo della tua carriera e raggiungere i tuoi obiettivi, tieni traccia delle tue discussioni con il tuo mentore e segui in modo specifico quei passaggi quando ti incontri.

Cerca dei modi in cui puoi aiutare a guidare e mantenere la tua relazione con il tuo mentore. Mentre il tuo mentore investe il suo tempo per aiutarti, devi anche partecipare e perseguire attivamente l'apprendimento.

Otto idee per aiutarti ad avere successo con un mentore

Comprendere il ruolo del mentore costituisce un punto di partenza fondamentale per il successo in questa relazione. Ulteriori requisiti includono:

  1. Investire il tuo tempo nella ricerca di un mentore con cui ti senti naturale.
  2. Condividere apertamente i tuoi obiettivi e le tue paure.
  3. Non aspettarti che il mentore risolva i tuoi problemi a breve termine o faccia il lavoro per te.
  4. Non mi aspetto consigli specifici.
  5. Condividere dove stai lottando o fallendo.
  6. Ascoltare attentamente e quindi ricercare e applicare la guida del mentore.
  7. Dimostrando che apprezzi il supporto del mentore.
  8. Non abusare della relazione aspettandosi il sostegno politico nell'organizzazione.

La linea di fondo

Un mentore può fare davvero la differenza nella tua carriera e nella tua vita. Venite alla relazione con aspettative realistiche sul ruolo e disponibilità a lavorare sodo. L'impatto della guida e della saggezza di un mentore ora potrebbe non essere percepito per alcuni anni a venire, ma nel tempo realizzerai il suo impatto positivo e diventerai un mentore per gli altri.