Percorsi Di Carriera

Puoi guadagnarti da vivere come freelance?

Parte di Come diventare un libero professionista SommarioEspandereSommario

Cosa considerare prima di diventare un libero professionista a tempo pieno

Secondo il sesto studio annuale di Freelancing in America di Upwork e Freelancers Union, più di un lavoratore americano su quattro in ogni generazione, dai Baby Boomers alla Gen Z, è freelance. Ma ciò non significa che ogni libero professionista - 57 milioni negli Stati Uniti, secondo il rapporto - lavorasse per se stesso a tempo pieno.

Se desideri fare del freelance il tuo vero lavoro, probabilmente hai pensato a se puoi farlo funzionare finanziariamente. Puoi guadagnare abbastanza soldi come freelance o è meglio rimanere un dipendente?

Per decidere se fare il salto, poniti prima queste domande.

Esiste un mercato per i tuoi servizi?

Abbiamo tutti amici che si sono imbarcati in avventure secondarie solo per scoprire che il loro l'hobby non è necessariamente pensato per essere una carriera . Spesso, questo è perché semplicemente non c'è un mercato per la loro passione; o perché il mercato è troppo saturo al punto che è impossibile guadagnarsi da vivere.

Se hai intenzione di lavorare come freelance a tempo pieno, ovviamente vuoi capire se c'è una richiesta per i tuoi servizi prima di lasciare il tuo lavoro quotidiano. Il modo migliore per farlo è farlo bagnarsi i piedi mentre lavori ancora a tempo pieno (o mentre hai un lavoro part-time o altri flussi di reddito per sostenerti).

Lavorare come freelance è utile anche per creare un fondo di emergenza, qualcosa di cui ogni libero professionista ha bisogno.

Che aspetto ha la tua situazione finanziaria?

Idealmente, stai entrando nel tuo nuova carriera con alcuni risparmi per farti guadagnare fino a quando non inizi a guadagnare (e fino a quando i clienti non iniziano a pagarti, il che può richiedere del tempo). Ma oltre a questo, è importante avere una buona idea del tuo budget mensile prima di iniziare.

Cosa stai guardando in termini di costi di avvio per far decollare la tua attività di freelance? Quali sono le tue spese di soggiorno in questo momento? Ci sono spese che puoi tagliare per risparmiare mentre stai costruendo la tua attività?

Il freelance paga abbastanza?

Supponiamo che stai per diventare freelance da un lavoro a tempo pieno nello stesso campo. Impostare la tua tariffa dovrebbe essere facile, giusto? Se sei orario, è solo la tua tariffa oraria. Se sei stipendiato, prendi la tua busta paga settimanale o bisettimanale e dividila per le ore lavorate.

Beh, non proprio. Se provieni da un ambiente in cui il tuo datore di lavoro ha pagato cose come l'assicurazione sanitaria, i benefici pensionistici, i periodi di malattia e così via, devi anche calcolare il valore approssimativo di tali contributi. Alcuni datori di lavoro offrono dichiarazioni di compensazione totale su base annuale che includono il valore di questi benefici. In caso contrario, potresti essere in grado di calcolare un numero approssimativo dalla tua busta paga.

Dovresti anche prendere in considerazione l'imposta sul lavoro autonomo, che copre i contributi di previdenza sociale e Medicare che sarebbero altrimenti pagati dal datore di lavoro.

Tuttavia, anche dopo aver capito tutto, non saprai ancora quanto puoi guadagnare da freelance. Come mai? Perché la tua tariffa non si basa sulla tua storia salariale o sulla valutazione delle tue capacità da parte di un datore di lavoro. Si basa su ciò che il mercato sopporterà. A seconda di quello che fai, potrebbe essere molto di più (o purtroppo, meno) di quello che stavi facendo prima.

Per avere un'idea di quanto dovresti addebitare, metti i social media al lavoro per te.

Cerca gruppi di networking orientati al tuo settore e concentrati. La maggior parte includerà alcune discussioni franche sulle tariffe e alcune forniranno persino un tariffario con gli intervalli.

Sei organizzato (o disposto a organizzarti)?

Uno di gli errori più grandi che fanno i nuovi freelance non è avere un sistema Quando lavori per te stesso, sei responsabile di tenere traccia del lavoro che hai svolto, di fatturare i tuoi sforzi e di pagare le tasse sui tuoi guadagni. Se non sei disposto ad affrontare questi aspetti tutt'altro che affascinanti del freelance, potresti stare meglio con il tuo lavoro a tempo pieno.

Se sei una persona a disagio con la matematica, non lasciare che l'idea di fatturare/incasso/pagare ti spaventi. Ci sono molti pacchetti di finanza personale gratuiti là fuori per aiutarti a stare al passo con le cose. Inoltre, potresti scoprire che è incredibilmente soddisfacente tenere traccia dei soldi che hai guadagnato perseguendo i tuoi sogni.

Assicurati solo di tenere a mente le tasse. I liberi professionisti e gli altri lavoratori a contratto devono pagare le tasse trimestralmente, anziché una volta all'anno, e sono anche responsabili della tassa sul lavoro autonomo. Pianifica di impostare un budget dal 25% al ​​30% dei tuoi guadagni per le tasse.

Puoi gestire il tuo tempo?

Per alcune persone, lavorare come freelance a tempo pieno non è un'opzione realistica. Hanno bisogno della routine di un orario d'ufficio per essere produttivi. Se riuscissi a dormire comodamente fino a mezzogiorno e non sei bravo a rispettare le scadenze, essere un libero professionista potrebbe non essere il tuo percorso professionale. È importante capire di cosa hai bisogno per avere successo.

Non c'è da vergognarsi ad aver bisogno della disciplina di un rapporto datore di lavoro-dipendente. Ad alcune persone piace che i loro programmi siano pianificati. Ad altri piace vedere i propri colleghi ogni giorno, o trova preziosi mentori nei loro capi, o semplicemente vogliono uscire di casa e indossare abiti da adulti. Questi sono tutti ottimi motivi per lavorare per qualcun altro.

Se, tuttavia, preferisci lavorare in modo indipendente anche quando hai un lavoro a tempo pieno e sei un principiante che non ha bisogno di molta supervisione, il freelance potrebbe essere la soluzione perfetta per te.

Puoi essere flessibile?

Il freelance è in continua evoluzione. Le tariffe salgono e scendono, i clienti compaiono e scompaiono, le tendenze del settore prendono il sopravvento e poi svaniscono. Il cambiamento è un aspetto eccitante del freelance. Non ti annoierai mai. Ma può anche essere spaventoso, anche se sei una persona che di solito tira con i pugni.

I freelance di maggior successo non sono solo laboriosi e creativi. Sono anche flessibili e resistenti. Se riesci ad adattarti, puoi sopravvivere e persino prosperare in questa carriera impegnativa.

Fonti dell'articolo

  1. Upwork. ' Il sesto studio annuale di Freelancing in America rileva che più persone che mai vedono il freelance come un percorso di carriera a lungo termine .' Accesso il 25 marzo 2021.