Risorse Umane

15 consigli per un disaccordo di successo sul lavoro

Le tue opinioni contano sul lavoro se presentate in modo efficace

Riunione in un ufficio moderno

••• 10.000 ore / Getty Images

SommarioEspandereSommario

Il disaccordo può verificarsi in qualsiasi contesto. Puoi non essere d'accordo con il tuo vicino a cubicleville. Puoi non essere d'accordo con il tuo capo o avviare una discussione con un collega durante il pranzo. Ma durante le riunioni si verificano molti disaccordi, o dovrebbero.

Il motivo le organizzazioni tengono riunioni è così che i dipendenti possono impegnarsi a vicenda nella discussione. Altrimenti, perché tenere una riunione? Le riunioni sono per la discussione, le decisioni e gli impegni. Se non esprimi la tua opinione, sia d'accordo che in disaccordo, non fai parte della discussione.

Il disaccordo è essenziale in una squadra

Non hai motivo di partecipare alla riunione o partecipare alla squadra se non sei disposto a discutere le tue opinioni e sei d'accordo o in disaccordo con le opinioni dei tuoi compagni partecipanti. Se hai paura in disaccordo con il tuo capo , perché lui o lei ha bisogno di te? Per fare quello che ti viene detto? Per lavorare su attività e azioni? O pensare, innovare, pianificare e dissentire?

Di fatto, un sano disaccordo è uno dei tratti distintivi di una squadra di successo. Quando la discussione costruttiva e il disaccordo sono assenti e l'apatia è la norma, hai una squadra o una riunione disfunzionali. Il disfunzionale non ti porta da nessuna parte.

Suggerimenti per un disaccordo riuscito con un collega

Tenendo tutto questo a mente più la discussione su cultura del lavoro che è stato discusso in un precedente articolo su come dissentire , ecco i quindici migliori consigli per un disaccordo riuscito.

1. Scegli saggiamente le tue battaglie.

Se non sei d'accordo su tutto, i tuoi colleghi ti vedranno come polemico e sgradevole. Svilupperai la reputazione di essere sempre in disaccordo e il tuo ragionevole disaccordo sarà visto come lo stesso vecchio, lo stesso vecchio . Quindi, scegli le aree che influiscono sui risultati e che sono sostanziali, significative e importanti quando persegui il disaccordo.

2. Non tenere un conflitto quando sei arrabbiato, emotivo o sconvolto.

Non vuoi che le tue emozioni influiscano sulla tua professionalità, argomentazioni o presentazione dei dati. Soprattutto, non vuoi che le tue emozioni ti inducano ad attaccare, insultare o sminuire i tuoi colleghi. Quando parli, in qualsiasi momento in un disaccordo, mantieni la calma. Il tuo disaccordo riuscito dipende da questo.

3. Il disaccordo non dovrebbe essere personale.

Non sei d'accordo con il tuo collega perché c'è qualcosa che non va in lei o non ti piace. Non sei d'accordo sulla base di fatti, esperienza, intuizione, precedenti successi e fallimenti del team, track record dei tuoi colleghi su progetti simili e cultura della tua organizzazione. Mantieni la discussione impersonale non facendo il tuo collega perché semplicemente non capisci le ramificazioni di ciò che stai suggerendo. Non sono ammessi attacchi personali.

4. Vuoi convalidare l'opinione del tuo collega.

Identifica i componenti con cui sei d'accordo e riconosci che puoi capire o vedere perché potrebbe sentirsi in quel modo. Apri il tuo disaccordo ripetendo ciò che l'altra parte ha detto piuttosto che lanciarti prima nelle tue aree di disaccordo. Aiuta la persona a sentirsi come se lo fosse ascoltato, ascoltato e compreso .

5. Mantieni la tua professionalità.

Essere rispettoso dei tuoi colleghi . Il disaccordo può essere cordiale, ma allo stesso tempo schietto ed efficace. Non cercare di manipolare la situazione come ha fatto un ex collega: piangeva. Un altro era sempre all'attacco. Ha risparmiato le sue munizioni e occasionalmente ha colpito i suoi colleghi con tutto ciò che aveva nel suo arsenale. Nessuno dei due dipendenti ha avuto successo e la loro reputazione professionale ne ha risentito.

6. Comprendi ciò di cui il tuo collega ha bisogno, teme e spera di ottenere dalla soluzione.

Se identifichi ciò che è in gioco nel problema, nella risoluzione dei problemi, nella raccomandazione o nel progetto, è più probabile che ti connetti con il tuo collega per dissentire con successo. Poni domande come queste: qual è la tua vera preoccupazione per il progetto? Cosa ti preoccupa di questa soluzione attuale? Cosa deve succedere per supportare comodamente una soluzione? Sei a tuo agio con qualche aspetto del mio suggerimento?

7. Parla solo per te stesso.

È un grave errore (e anche dannoso per la tua credibilità) parlare per qualcuno che non sia te stesso. Per quanto tu possa trovarti tentato di usare frasi come 'Tutti ci credono'. Non.

Ad esempio, in una piccola azienda, gli scrittori freelance interagiscono su un forum. I membri del forum erano regolarmente infastiditi da un collega che pubblicava frequentemente. Ci è voluto un po' per capire il problema con i post di questa persona in particolare, ma la sua azione fatale è stata quella di cercare costantemente di parlare a nome di tutti i freelance. Ha usato affermazioni come 'Ci sentiamo tutti così'. Questo è il cambiamento che tutti vorremmo vedere.

Quando i colleghi parlano per gli altri, pensano di mettere un peso dietro i loro pensieri, ma di solito tutto ciò che fa è far arrabbiare le persone. Oppure, nel caso di un collega, l'individuo potrebbe vederlo come un gruppo di persone che si alleano contro di loro.

Il tuo collega potrebbe anche essere distratto dall'argomento reale della discussione mentre continua a chiedere chi siamo 'noi'. Quindi, è improbabile che usare la parola noi o qualsiasi equivalente possa aiutare con il tuo disaccordo.

8. Fai un passo indietro dal tuo lavoro e da come svolgi una particolare attività.

Per essere effettivamente in disaccordo, devi essere in grado di guardare la situazione dal punto di vista funzionale del tuo collega. Il più in alto nella gerarchia dell'organizzazione il tuo lavoro è, più importante diventa guardare ogni problema da una visione organizzativa totale.

Devi essere aperto a nuove idee e modi diversi di affrontare i problemi. Perché il tuo modo è il migliore quando esistono altri modi per ottenere lo stesso risultato, o anche migliore? Nelle organizzazioni, i dipendenti che possono pensare all'ottimizzazione per l'intera organizzazione e vedere il quadro generale sono le persone promosse .

9. Evita di interrogare il tuo collega.

Fare domande per capire il punto di vista del tuo collega è appropriato. Lanciare un flusso infinito di domande per inciampare, confondere il problema, farli sembrare stupidi o disinformati non lo è. È anche offensivo e infantile.

10. Indica i fatti (se ne hai) e condividi le tue conoscenze.

Puoi portare la tua esperienza, competenza, conoscenza e tutti i dati che hai che potrebbero supportare una direzione sul tavolo. Puoi parlarne per far avanzare la tua squadra. Ma bisogna evitare il contrario. Solo perché qualcosa è stato provato e non ha funzionato in passato, non significa che questa volta non funzionerà. Il problema è diverso. I giocatori sono diversi. Anche la volontà di far funzionare la soluzione potrebbe essere cambiata.

11. Parla con interessi e bisogni comuni.

Proprio come hai iniziato la discussione identificando ciò su cui tu e il tuo collega siete d'accordo, focalizzate la discussione sugli interessi condivisi e sui risultati desiderati. Se il tuo collega pensa che voi due stiate andando nella stessa direzione o abbiate in mente un risultato condiviso, il disaccordo su come arrivarci è meno spaventoso e controverso.

12. Ascolta per cercare di vedere il punto di vista del tuo collega.

In una situazione di disaccordo di successo, entrambi i colleghi possono affermare chiaramente la posizione dell'altra parte sulla questione. Se non puoi, esamina il tuo ascolto. Usa la tecnica di riferire al tuo collega ciò che credi abbia detto. Ad esempio, diciamo, John, credo che la tua posizione sia questa ___. Questo dice al tuo collega che stai ascoltando quello che hanno da dire. Le persone perdono molto tempo in discussioni che avrebbero potuto essere evitate se avessero capito meglio la posizione dell'altra persona.Discutono su apparenti disaccordi e dettagli.

13. Evita di sminuire le convinzioni, gli interessi e le idee del tuo collega.

Puoi avere un disaccordo con i colleghi senza farli sentirsi come ciò che apprezzano o pensare che sia sbagliato. In effetti, controlla il tuo io giudicante alla porta quando partecipi a una riunione. Mostrare mancanza di rispetto per le idee o la posizione di un collega è inappropriato ovunque, ma soprattutto sul lavoro. Prenderli in giro è anche peggio. Fai attenzione anche alle delicate prese in giro. Molti dei tuoi colleghi sono stati cresciuti da madri che hanno insegnato loro che dietro ogni presa in giro c'è un granello di verità.

14. L'obiettivo non è vincere ma sgombrare il campo da qualsiasi disaccordo sul lavoro.

Vuoi sapere che i problemi sono stati discussi attentamente e pensati a fondo. Vuoi assicurarti che il tuo rapporto con il tuo collega sia intatto. Se vinci, perdi anche, perché il tuo collega ha perso. Quella perdita sarà pesante nella tua relazione e influenzerà la tua capacità di non essere d'accordo in futuro. È anche importante che tu e il tuo collega siate chiari sulle vostre aree di accordo e disaccordo.

15. Compromesso quando necessario.

Potresti non essere d'accordo su tutto, ma non lasciare che questo fatto ti impedisca di raggiungere un accordo generale su una direzione o una soluzione. In un'organizzazione, non puoi bloccarti sul posto e non fare nulla solo perché non hai trovato una soluzione perfetta che tutte le parti possiedono. Dovrai accettare di non essere d'accordo su aspetti della soluzione o sulla risoluzione dei problemi.

In un compromesso, devi assicurarti che gli articoli concessi siano quelli con cui puoi convivere dopo l'incontro. Allo stesso tempo, vuoi evitare processo decisionale consensuale in cui il minimo comune denominatore determina il corso dell'azione. Il processo decisionale basato sul consenso può causare decisioni e soluzioni di bassa qualità poiché un team fatica a trovare una soluzione accettabile per tutti.

Il disaccordo può essere difficile e molte persone lo trovano spaventoso. Ma se pratichi questi quindici approcci al conflitto, scoprirai che la maggior parte di ciò di cui ti preoccupi non accadrà.

I dipendenti cercano di trovare un accordo

La maggior parte dei tuoi colleghi desidera raggiungere un accordo sulle soluzioni e risolvere i problemi. Loro vogliono mantenere relazioni positive con i propri colleghi . Vogliono essere considerati favorevolmente e cercano un posto sul elenco di buoni dipendenti .

La chiave del conflitto e del disaccordo è quella di seguire tutti i discorsi; tutti i giocatori devono supportare e possedere le decisioni raggiunte. È dannoso per la tua organizzazione avere dipendenti che prendono direzioni diverse, indovinano decisioni e inviano messaggi contrastanti a colleghi e clienti.

Questo non vuol dire che non puoi rivedere le decisioni poiché il tempo e l'esperienza ti forniscono maggiori informazioni. Ma per iniziare, il tuo compito è far funzionare le decisioni attuali.