Lasciare Il Tuo Lavoro

10 segnali di pericolo che hai bisogno di un nuovo lavoro

Disturbi del sonno, meno passione e noia sono alcuni segnali di avvertimento della necessità di un nuovo lavoro.

La canzone dell'equilibrio/Catherine

Stai attraversando un periodo difficile al lavoro? Se ci stai pensando lasciare il tuo lavoro , sei in buona compagnia. Secondo i dati del Bureau of Labor Statistics (BLS), circa 3 milioni di lavoratori lasciano il lavoro ogni mese.

A seconda delle circostanze, smettere potrebbe anche essere la cosa migliore che puoi fare per la tua carriera.

A volte, le persone aspettano troppo a lungo per riconoscere che una situazione lavorativa non è a buona vestibilità , e ciò può avere tutti i tipi di conseguenze negative.

Naturalmente, la maggior parte delle persone non può permettersi di lasciare un cattivo lavoro in un batter d'occhio. Quando è il momento migliore per partire e come fai a sapere quando dovresti prendere la decisione di farlo avviare una ricerca di lavoro ?

Stai aspettando troppo a lungo per andare avanti?

La ricerca lo dimostra stress lavorativo può esacerbare problemi di salute fisica e mentale. Lo stress prolungato può provocare burnout e depressione e aumentare i rischi di ipertensione, diabete e malattie cardiache.

Aspetta presentando le dimissioni per troppo tempo e potresti anche arrecare gravi danni alla tua carriera, inasprindo il tuo rapporto con il tuo datore di lavoro o addirittura essere licenziato perché non sei produttivo.

10 segnali di pericolo che hai bisogno di un nuovo lavoro

Puoi prevenire queste possibilità riconoscendo alcuni dei segnali che indicano che il tuo lavoro è insostenibile prima che la situazione raggiunga uno stato di crisi.

1. Stai già pensando di trovare un nuovo lavoro

Ognuno ha la brutta giornata di lavoro occasionale. Ma se ti ritrovi a sognare ad occhi aperti di smettere regolarmente, probabilmente c'è una buona ragione per questo. Prendilo come un segno che è ora di iniziare ricerca di lavoro .

2. La tua conversazione è dominata da reclami sul lavoro

Se ogni conversazione a cena inizia e finisce con commenti negativi sulla tua giornata di lavoro, potrebbe essere il momento di trovare un lavoro. Sebbene sia normale pensare al tuo lavoro dopo l'orario di lavoro, idealmente parte di quel tempo dovrebbe essere speso riflettendo sui momenti salienti della giornata e sulle opportunità di crescita.

3. Sogni la pensione, anche se sei giovane

Passi tutto a fantasticare sulla pensione, calcolando anni, mesi e giorni prima che arrivi il momento?

Non passare la tua vita professionale in modalità conto alla rovescia. Invece, prendi quella sensazione e usala come motivazione per trovare una posizione che sia soddisfacente ed emotivamente appagante.​

4. I tuoi schemi di sonno sono stati interrotti

Hai difficoltà ad addormentarti o ti svegli durante la notte con le preoccupazioni per il tuo lavoro. Il sonno è essenziale per la tua salute e lo stress indotto dal lavoro può essere una causa di scarso sonno. Sfortunatamente, questo può esacerbare una situazione difficile, facendo sembrare ancora peggio un cattivo lavoro. Essere sempre stanchi può far sembrare tutto una sfida.

5. Hai mal di testa o frequenti raffreddori

La tua salute fisica può essere un indicatore della tua salute mentale e, se ti ammali più spesso, la colpa potrebbe essere del tuo lavoro. Se il tuo lavoro ti sta letteralmente facendo ammalare, questo è un buon indicatore che è ora di cercare una nuova posizione.

6. Stai bevendo troppo

Anche se va bene rilassarsi con un bicchiere di vino dopo il lavoro, la tua giornata non dovrebbe portarti a bere una bottiglia. Se scopri che il tuo lavoro sta causando il tuo consumo abbondante di alcol, droghe o sigarette, dovresti prenderti del tempo per riflettere sulla tua situazione professionale.

7. Stai mangiando più (o meno) del solito

Alcune persone si rivolgono al cibo come fanno con droghe e alcol, ma lo stress può anche farti perdere l'appetito.Se stai mangiando o bevendo troppo a causa dello stress sul lavoro, è un segno che questo potrebbe non essere il lavoro per te.

8. Hai paura del lunedì o hai problemi a svegliarti per lavoro

È normale essere stanchi al mattino, ma non dovresti avere paura ogni volta che suona la sveglia. Se l'ansia sta consumando i tuoi pensieri e consumando le tue energie, considera di andare avanti.

9. Sei annoiato

Quanto tempo dedichi ai social media durante una tipica giornata lavorativa? Se questa domanda ti fa rabbrividire, considera se sei annoiato al lavoro. Potrebbe essere il momento di cercare un lavoro mentalmente più stimolante.

10. Stai litigando più spesso con colleghi o capi

Se la tua insoddisfazione per il tuo lavoro sta causando tensione in ufficio o se hai ricevuto avvisi sulle tue prestazioni o sul tuo comportamento , è decisamente ora di iniziare a cercare una nuova posizione.

È meglio lasciare un lavoro in buoni rapporti in modo da poter mantenere il tuo passato datore di lavoro come fonte di consigli e come connessione di rete. È meglio evitare di essere licenziato se puoi aiutarlo.

Naturalmente, molti di questi segni possono essere indicatori di altri problemi personali, emotivi o fisici, ma se sei stressato dal lavoro e stai riscontrando alcuni di questi sintomi, allora devi sicuramente rivalutare la tua situazione lavorativa.

Cosa fare dopo

Se hai deciso di andare avanti, non lasciare semplicemente il tuo lavoro. Nella maggior parte dei casi, puoi iniziare con attenzione e strategicamente a cercare una nuova posizione prima di consegnare le dimissioni. È più facile essere assunti quando lavori e non sai quanto tempo ci vorrà per trovare un nuovo lavoro. Inoltre, potresti non essere in grado di raccogliere indennità di disoccupazione se smetti.

Prenditi il ​​tempo per pianifica la tua ricerca di lavoro . Oltre a tirarti fuori da una brutta situazione, ti darà qualcos'altro su cui concentrarti invece del lavoro che vorresti lasciare.

Fonti dell'articolo

  1. Ufficio di statistica del lavoro degli Stati Uniti. Effetti della pandemia COVID-19 sulle aperture di lavoro e sui dati e sui comunicati stampa del fatturato . Accesso il 30 marzo 2021.

  2. Norito Kawakami e Takashi Haratani. Epidemiologia dello stress lavorativo e della salute in Giappone: revisione delle prove attuali e direzione futura , Salute industriale. Accesso il 30 marzo 2021.

  3. Hannah Knudsen, Lori J Ducharme e Paul M. Roman. J ob Stress e scarsa qualità del sonno: dati da un campione americano di lavoratori a tempo pieno , Scienze Sociali e Medicina. Accesso il 30 marzo 2021.

  4. Denise Janicki-Deverts e Crista N. Crittenden. Raffreddore comune: il fattore di stress , Enciclopedia di medicina comportamentale. Accesso il 30 marzo 2021.

  5. Clinica di Cleveland. Come lo stress può farti mangiare di più o per niente. Accesso il 30 marzo 2021.